Coronavirus e lavoro ridotto per 1.9 milioni di svizzeri

 Tratto dal website www.ticinonews.ch | 01.05.2020

A causa della crisi del coronavirus le aziende elvetiche hanno deciso di ricorrere al lavoro ridotto per 1,9 milioni di impiegati nel mese di aprile. Il mese precedente erano 1,5 milioni.

Il costo, solo per il mese di aprile, si aggira tra 5 e 7 miliardi di franchi, indica oggi il Consiglio federale in risposta a un’interpellanza della Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati.

Il tasso di disoccupazione per il 2020 dovrebbe raggiungere il 3,9%, secondo le stime di un gruppo di esperti di previsioni congiunturali della Confederazione. Attualmente si attesta al 3,3% e dovrebbe aumentare fino al 4,1% per il 2021. Da metà marzo il numero di disoccupati è aumentato di 35’750 unità.

L’assicurazione contro la disoccupazione dovrà far fronte a spese ingenti in seguito alla pandemia di coronavirus. Tuttavia, dovrebbe disporre di un margine di manovra sufficiente a livello finanziario. Lo scorso 20 marzo il Consiglio federale ha accordato un finanziamento di 6 miliardi supplementari.