Lastminute.com attaccata dai consumatori francesi

 Tratto dal website tio.ch | 27.01.2020

La holding attiva nel settore dei viaggi venderebbe illecitamente e all’insaputa dei clienti assicurazioni onerose

Lastminute.com, marchio che fa parte di Lm Group, holding attiva nel settore dei viaggi online con sede anche a Chiasso, è accusata di pratiche commerciali illecite in Francia. L’associazione dei consumatori UFC-Que Choisir ha fatto sapere oggi di essersi rivolta al tribunale giudiziario di Parigi per denunciare le azioni illegali della società.

Stando a UFC-Que Choisir, Lastminute.com vende illecitamente e all’insaputa della clientela assicurazioni onerose. In una nota, l’organizzazione riferisce che questa condotta «aggressiva e ingannevole» porta nelle casse dell’azienda «diversi milioni di euro all’anno». Chiede dunque che l’operatore sia sanzionato.

Da qualche mese, riferisce l’associazione, nonostante i consumatori non scelgano inizialmente alcuna assicurazione, Lastminute.com dopo la conferma del pagamento fa apparire una finestra pop-up. Ciò, secondo UFC-Que Choisir, distoglie l’attenzione della persona, che senza rendersene conto sottoscrive l’assicurazione più cara. Nel comunicato si parla di un «trucco di marketing semplice ma terribilmente efficace».

A inizio novembre il quotidiano britannico The Times ha calcolato che se un quarto dei clienti di Lastminute.com firmasse, volontariamente o meno, le assicurazioni proposte, le entrate supplementari ammonterebbero a sei milioni di sterline. L’agenzia di viaggi online vende oltre un milione di voli e soggiorni per anno nel Regno Unito.

UFC-Que Choisir consiglia ai clienti la maggior attenzione possibile in merito a questa situazione. Sollecitata stamane dall’agenzia francese AFP per un commento, Lastminute.com non ha voluto esprimersi nell’immediato.