La Kerr di Bioggio smette di produrre

 Tratto dal website www.CdT | 23.07.2020

La Kerr, azienda di Bioggio che produce impianti dentali, ha smesso di produrre. Secondo quanto ha reso noto ieri la RSI, l’azienda ha l’intenzione di spostare all’estero la produzione entro la fine del prossimo anno. La Kerr attualmente dà lavoro a un centinaio di persone.
Secondo la RSI, la società avrebbe detto ai dipendenti che «tutte le attività operative verranno spostate da Bioggio entro la fine del 2021. Questa è una decisione definitiva».

L’obiettivo della decisione è quello di ridurre i costi, portando i siti produttivi europei da tre a due. Sempre secondo la RSI la produzione si concentrerà in Italia, a Scafati (vicino a Napoli) e nella Repubblica Ceca, a Jicin.

L’azienda per il momento non ha confermato, ma il sindacato OCST ha invece affermato di essere a conoscenza della ristrutturazione e di aver chiesto un incontro con la direzione aziendale.

Secondo Giovanni Scolari, responsabile del settore industriale dell’OCST, la ristrutturazione è certa. Il sindacato avrebbe chiesto un incontro con la direzione per capire quale saranno le misure a favore delle persone che perderanno il posto. Secondo la RSI, la Kerr ha anche fatto capo, durante la pandemia, dei contributi per lavoro ridotto.

Sempre secondo la RSI, circa la metà dei dipendenti di Bioggio è toccata dalla decisione. Non è noto, invece, se a Bioggio rimarrà la sede legale di Kerr Europa.